Home / News /

Editoriale di Massimo Lorenzoni

Il 2021 appena iniziato sarà un anno molto difficile, dovremmo convivere con la pandemia “Covid-19” che ha cambiato le nostre abitudini, ma soprattutto ci ha privato della convivialità che per noi Italiani è alla base di tutti i rapporti. Comunque fatta questa doverosa precisazione, nel settore del trattamento dell’acqua destinata al consumo umano ci sono importantissime ed interessanti novità.

Prima per importanza è l’approvazione, da parte dell’Europarlamento, della nuova direttiva europea sulla qualità delle acque destinate al consumo umano. Adottata in seconda lettura senza emendamenti. La direttiva entrerà in vigore 12 giorni dopo la sua pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale dell'UE. Entro due anni dalla sua entrata in vigore, gli Stati membri apporteranno le modifiche necessarie agli ordinamenti nazionali per conformarsi alla direttiva.

La nuova Direttiva (UE) 2020/2184 apporta sostanziali modifiche rispetto alla direttiva 98/83/CE, che per oltre vent’anni è stata il riferimento a livello europeo sulla qualità dell’acqua potabile, le principali novità sono: un nuovo elenco dei parametri, sia batteriologici che chimico fisici che stabilisce la potabilità dell’acqua, la regolamentazione delle informazioni da fornire ai consumatori, la valutazione delle reti idriche interne agli edifici, garantire un accesso all’acqua potabile in tutti gli edifici pubblici e luoghi di aggregazione come stazioni ferroviarie, marittime, aeroporti e l’armonizzazione dei requisiti richiesti per i materiali a contatto su tutto il territorio dell’UE.

 Su questo argomento dedicheremo nei prossimi mesi vari approfondimenti per non farci trovare impreparati quando la nuova direttiva verrà ratificata.

La seconda grande novità è l’introduzione di un bonus fiscale, sotto forma di credito d'imposta finalizzato alla riduzione della produzione di rifiuti della plastica, indirizzato a favore dei soggetti privati fino a € 1.000 ed ai pubblici esercizi fino a € 2.500, al fine di promuovere il consumo dell'acqua potabile di rubinetto, anche attraverso il miglioramento qualitativo da applicare al punto d'uso. Noi come AIAQ, insieme ad Aqua Italia, stiamo seguendo l’iter del provvedimento attuativo da parte dell’Agenzia delle Entrate. Una volta varato ne verrà data ampia informazione.

Questo provvedimento, varato con la Legge 30 dicembre 2020 n.178, da un grosso impulso al settore, anche se le risorse messe in bilancio negli anni 2021/22 non sono illimitate (5 milioni di euro l’anno) soprattutto nel settore domestico, anche perché nel settore della ristorazione parlare di credito d’imposta durante questi anni di pandemia sembra quasi una presa in giro.

Concludo questo mio primo editoriale del 2021 ricordando la nostra rubrica “Intervista a…” dove in questo numero abbiamo voluto intervistare il Prof. Umberto Moscato dell’Università Cattolica di Roma sulla tema della “Durezza”, per cercare di fare un’informazione corretta su questo tema molto dibattuto. Lo stesso tema viene trattato, dal punto di vista tecnico, dal nostro vice presidente Danilo Turola, per dare così un’informazione a 360° su questo argomento che è sempre di grande interesse per tutti gli addetti ai lavori.