Home / News /

Editoriale Massimo Lorenzoni

Con questo numero di AIAQ News si chiude anche l'anno 2020, che verrà ricordato da tutti come l'anno della pandemia che ha sconvolto il mondo.

In questo breve articolo voglio analizzare quello che di buono la pandemia ha portato al nostro settore, anche perché occorre sempre cercare un’opportunità da ogni problema.

Uno dei primi risultati è stato che tutti, già dei primissimi giorni, abbiamo sentito la necessità di una condivisione delle informazioni e soprattutto di un rapporto diretto con le autorità sanitarie/scientifiche, in modo da essere informati e formati sul divenire della pandemia e sulle possibili implicazioni e ricadute riguardanti il nostro settore. Proprio per questo motivo AIAQ News ha lanciato, già da aprile, la rubrica “intervista a...”, dove abbiamo intervistato alcuni esponenti dell'Istituto Superiore della Sanità su vari aspetti  del tema COVID-19 e l'acqua.

Un altro grande risultato ottenuto è stata la consapevolezza unanime che, nel nostro settore,  la qualità non è un concetto astratto, fatto di belle parole, ma una cosa concreta basata su un servizio inappuntabile e un’assistenza tecnica effettuata con cadenza regolare e con materiali adeguati.

In questo anno AIAQ ha cercato di essere vicino agli associati e a tutti gli operatori ed utilizzatori, dando supporto ed informazioni utili a districarsi all'interno di un’infinità di notizie sul Coronavirus, e proprio per questo motivo abbiamo intensificato le uscite di questo periodico di informazione, e anche per il prossimo anno continueremo su questa linea, fino quando non saremo definitivamente usciti da questo stato di emergenza.

Concludo questo mio editoriale ringraziando tutti i lettori che ad ogni numero diventano sempre più numerosi, segno evidente della qualità degli articoli, e tutti coloro che ci hanno concesso interviste mettendo a disposizione, con un linguaggio di facile comprensione, le loro conoscenze al fine di aumentare la diffusione della cultura dell'acqua.