Home / News /

L’editoriale di Massimo Lorenzoni

Novembre è il mese di “Ecomondo”, la fiera internazionale dove AIAQ è stata sempre protagonista con le aziende associate che hanno partecipato come espositori, e con un appuntamento fisso presso la piazza delle utility per convegni sempre molto seguiti e con relatori di prestigio.

Anche per il 5 novembre di quest’anno era previsto un appuntamento in collaborazione con Utilitalia, ma purtroppo a causa del nuovo boom di contagi da COVID 19 è stata cancellata la manifestazione.

AIAQ continuando l’impegno preso con i lettori prosegue la sua attività  editoriale, ampliando ancora una volta la visione su tutto il mondo dell’acqua; proprio da questo numero inizia la nuova rubrica “Plastic Free”, perché l'inquinamento da plastica e sempre più invasivo e soltanto eliminando l’utilizzo alla fonte potremmo non peggiorare la situazione, già molto compromessa.

In questo numero con immenso piacere pubblichiamo un articolo, che è un vero grido di allarme, di Tullio Bernabei (uno dei più esperti speleologi internazionali), che ci parla di una risorsa importantissima “le acque carsiche”, una vera e propria riserva strategica di acqua dolce per le prossime generazioni messa in pericolo dalla nostra scellerata condotta, infatti siamo riusciti a portare rifiuti plastici anche nelle viscere della terra.

Ben vengano quindi le iniziative “Plastic Free”, ma soltanto quelle che prevedono il divieto di utilizzo di tutte le forme di plastica monouso, che sono efficaci e ci “costringono” a cambiare abitudini.

Partendo da questo assunto nella rubrica “Plastic Free” daremo voce SOLO a quelle iniziative che bandiscono l’utilizzo di plastica monouso.

Voglio Concludere ricordando a tutti che le interviste rilasciate da esponenti dell’Istituto Superiore della Sanità (in questo numero abbiamo il piacere di avere come ospite Enrico Veschetti), sono sempre autorizzate dall'ufficio stampa, e proprio per questo possono esser considerate delle vere e proprie linee guida sui temi trattati.