Home / News /

L’editoriale di Massimo Lorenzoni

In questo numero di AIAQ News vogliamo ricordare Arnaldo Bucci, storico proprietario del Ristorante Roma di Amatrice, i cui funerali si sono svolti il 10 settembre ad Amatrice.

Aveva 87 anni. Ereditando l’attività di famiglia sin da ragazzo si è dedicato alla ristorazione con tanta passione e dedizione. Era un uomo di poche parole, a lui piaceva far parlare i fatti e i risultati, infatti il suo contributo all'affermazione dell'amatriciana in Italia e nel mondo e stato determinante.

Era un imprenditore della ristorazione che aveva un’idea strategica ed essenziale del settore, far mangiare benissimo moltissime persone con piatti preparati con ingredienti di ottima qualità ad un giusto rapporto qualità/prezzo, nel rispetto della più rigorosa tradizione amatriciana 

Negli anni, tra frequentazione presso il ristorante Roma e catering, Arnaldo ha fatto mangiare moltissime persone famose, ma per non fare un elenco interminabile ne citerò soltanto tre: i Presidenti del Consiglio Prodi e Berlusconi e Papa Giovanni Paolo II.

Proprio per la sua visione strategica già dal 1995 (25 anni fa!) aveva scelto di installare un impianto di acqua potabile trattata per fornire ai sui clienti dell'ottima acqua senza bisogno delle bottiglie di minerale che, come diceva lui, “costa cara e non meglio della mia acqua”.

Nel 2016, dopo il terribile terremoto del 24 agosto, si era trasferito con la famiglia a San Benedetto. A luglio del 2017 Arnaldo, insieme ai suoi figli e alla instancabile moglie Maria,  ha riaperto all’interno del polo del Gusto e della Tradizione e Solidarietà,  ancora con più vigore per rinnovane la tradizione della buona cucina amatriciana e i risultati sono subito arrivati con il locale quasi sempre pieno.

La collaborazione tra il Ristorante Roma e AIAQ inizia proprio nel periodo più brutto della storia del Ristorante Roma, infatti il 29 marzo 2017, in occasione della presentazione dal Manuale di Corretta Prassi Igienica presso l’auditorium del Ministero della Salute, i figli di Arnaldo, Alessio e Simona, hanno preparato il pasta “amatriciana” e “gricia” per tutti i partecipanti. Nello stesso anno, a settembre, Simona è stata testimone al Festival dell’Acqua di Bari all’interno  del convegno “Acqua Trattata al ristorante-una mossa vincente”.

Il 30 novembre del 2019 AIAQ organizza l’assemblea per il rinnovo delle cariche sociali proprio all’interno del Ristorante Roma, per poi passare una serata magnifica a base di specialità amatriciane.

Con Arnaldo si chiude una parantesi lunga e piena di successi, ma siamo sicuri che i figli Alessio e Simona, coadiuvati dalla mamma Maria, saranno in grado di raccogliere il testimone lasciato da Arnaldo e portare sempre più in alto la tradizione culinaria amatriciana.